A cosa devo prestare attenzione quando acquisto un casco da equitazione?

Per poter soddisfare gli elevati requisiti che garantiscono una funzione protettiva completa e affidabile, i caschi da equitazione devono superare dei severi test prima di essere immessi sul mercato. I criteri che i caschi da equitazione devono soddisfare sono specificati nella cosiddetta norma dei caschi da equitazione. Se un casco soddisfa gli standard definiti, può essere certificato. In occasione di una gara, è necessario assicurarsi sempre che il casco da equitazione corrisponda allo standard in vigore. Le specifiche corrispondenti sono contenute nel regolamento della gara.

Tutti i nostri caschi da equitazione per bambini e adulti soddisfano i requisiti della norma sui caschi da equitazione attualmente in vigore.

Norma dei caschi da equitazione VG1 01.040 2014-12

Sebbene non ci sia una data di scadenza sui caschi da equitazione, dopo alcuni anni è consigliabile sostituire il casco. All’interno del casco troverai un adesivo con la data di produzione.

ATTENZIONE! 12/2014 non è la data di produzione, ma la data di entrata in vigore della norma sui caschi da equitazione VG1.

Oltre alla frequenza con cui si utilizza, fattori esterni come i raggi solari o la temperatura del luogo in cui il casco è riposto solitamente, possono ridurre l’effetto protettivo della schiuma EPS presente nella calotta interna. In caso di caduta da cavallo il casco deve essere immediatamente sostituito poiché la funzione protettiva non può più essere garantita. Questa può comunque essere compromessa anche da crepe molto sottili. Anche durante il trasporto possono essere provocate invisibili crepe, ad esempio se il casco non è fermo e stabile nel bagagliaio ed urta contro oggetti duri.

Anche un forte impatto al suolo, ad esempio se il casco ci sfugge dalle mani, può causare piccole e invisibili crepe. Quindi, affinchè la funzione protettiva del casco sia sempre garantita, è necessario sostituirlo in seguito ad un urto violento.

Quando acquisti un casco da equitazione devi considerare questi 6 aspetti:

#1 In ogni caso, la calotta esterna deve essere sempre saldamente fissata a quella interna. Sui caschi che soddisfano gli attuali standard di sicurezza è presente un sistema di fissaggio in tre punti.

#2 La protezione per il mento in plastica è vietata poiché, in caso di caduta, aumenta il rischio di rottura della mascella. Tuttavia, queste protezioni non devono essere confuse con quelle parzialmente imbottite! Il cinturino con chiusura sul mento favorisce in modo significativo una corretta vestibilità e quindi la funzione protettiva del casco da equitazione. L’imbottitura protegge la zona del mento da abrasioni.

#3 Per la comodità del cavaliere è necessario attribuire grande importanza a una buona vestibilità quando si acquista un casco da equitazione. Questo non dovrebbe essere né troppo largo né troppo stretto. Se il casco è troppo grande scivola via facilmente, se è troppo piccolo esercita fastidiose pressioni, il che a volte comporta spiacevoli mal di testa.

#4 Per un comfort ottimale, i caschi da equitazione devono essere dotati di comode imbottiture.

#5 I produttori di caschi da equitazione garantiscono anche un’adeguata circolazione dell’aria attraverso sofisticati sistemi di ventilazione.

#6 La costruzione, la tecnologia e il design del casco da equitazione sono completati da pratici dettagli come gli articoli riflettenti per una migliore visibilità al buio. Puoi trovare informazioni su altri pratici articoli riflettenti e su come attaccarli al cavallo, al cavaliere o al cane nella nostra guida agli articoli riflettenti.

1. Sicurezza

Come si può sapere se un casco è davvero sicuro? Come viene definita la sicurezza nel contesto delle diverse tecnologie dei caschi da equitazione?

I caschi da equitazione mirano a proteggere il cranio da lesioni gravi e a ridurre la violenza dell’impatto. Tutti i caschi da equitazione devono soddisfare i requisiti definiti dall’attuale standard sui caschi da equitazione VG1 per essere immessi sul mercato.

Inoltre, il casco deve contenere le marcature VG1 e CE.

È inoltre necessario un sistema di fissaggio in 3 o 4 punti in modo che il casco sia posizionato saldamente sulla testa sia in movimento che in caso di caduta.

Tutti i nostri caschi da equitazione per bambini e adulti soddisfano i requisiti della norma sui caschi da equitazione attualmente in vigore.

?Norma dei caschi da equitazione VG1 01.040 2014-12

Un’altra distinzione riguarda il frontino del casco:

  • Caschi da equitazione senza frontino fisso, utilizzati dai cavalieri di completo;
  • Caschi da equitazione con frontino fisso;
  • Caschi da equitazione con frontino staccabile. Non è possibile dare una risposta generale su quale tipologia di casco rappresenti il ??minor pericolo in caso di caduta. Ciò dipende dall’utilizzo individuale e dalla natura dell’incidente.

?Norma attualmente in vigore VG1 01.040 2014-12

La precedente norma sui caschi da equitazione EN 1384 è stata integrata dai seguenti punti:

  • Il campo visivo: c’è un campo visivo che il casco da equitazione deve lasciare libero, che è adattato alle esigenze degli sport equestri. Il frontino del casco in base alla nuova norma deve essere più corto e più flessibile.
  • La rigidità laterale: il casco da equitazione deve sopportare un carico laterale di 60 kg.
  • Test di stabilità: nel test di stabilità, i caschi vengono fissati ad una testa che funge da modello. Un peso di 5 kg tira la parte anteriore e posteriore del casco per 30 secondi, consentendo al casco di muoversi di un massimo di 15 mm.
  • La velocità di caduta: il casco da equitazione deve resistere a una velocità di caduta di 5,9 m/s. Si presume un’altezza di caduta di 1,80 m.

CE (Direttiva europea sui dispositivi di protezione individuale)

La marcatura CE è obbligatoria. Questa rappresenta un marchio amministrativo e conferma che un prodotto (come il casco da equitazione) è conforme alle normative vigenti.

Senza questo marchio, i prodotti che hanno una funzione protettiva e mirano a garantire la sicurezza, non possono essere immessi sul mercato. In poche parole, questi prodotti non possono essere venduti nel territorio europeo.

2. Vestibilità

Per trovare il casco da equitazione giusto, è necessario provare diversi modelli. Innanzitutto dovrebbe essere misurata la circonferenza della testa nella parte più ampia. La misura determinata serve come guida per la scelta della taglia giusta.

Un buon casco da equitazione dovrebbe adattarsi perfettamente alla testa del cavaliere. Un casco troppo stretto provoca mal di testa, un casco troppo largo scivola via facilmente e non può svolgere adeguatamente la sua funzione protettiva.

Criteri per determinare la corretta vestibilità del casco da equitazione:

Il casco è troppo grande se:

  • muovendo il capo in avanti e indietro si sposta facilmente quando non è allacciato ;
  • cade quando ci si piega in avanti;
  • scivola troppo in avanti, coprendo il viso;

Il casco è troppo piccolo se:

  • il punto d’incrocio dei tre cinturini non circonda l’orecchio, che è invece tagliato dal cinturino;
  • togliendolo si avverte una spiacevole sensazione di pressione;
  • la fronte non è sufficientemente coperta;

Con i caschi da equitazione regolabili, bisogna scegliere la taglia più piccola possibile in modo che, una volta regolato, lo spazio tra la calotta e l’attacco dei cinturini sia minimo.

La regolazione dei cinturini è altrettanto importante. Il sottogola non deve pendere, ma nemmeno essere allacciato troppo saldamente. Il punto d’incrocio dei tre cinturini deve essere regolato in modo che questi circondino l’orecchio.

3. Comodità

Oltre alla giusta vestibilità, anche il peso del casco è decisivo per il comfort. Più basso è il peso, più il casco risulterà comodo.

Oggigiorno, dettagli pratici consentono di avvertire a malapena la presenza del casco sulla testa durante l’utilizzo. I fori di ventilazione fanno la differenza, soprattutto nelle calde giornate estive o durante gli allenamenti intensi. La maggior parte dei modelli di caschi da equitazione è già dotata di sistemi di ventilazione.

Fodera interna e imbottitura dei cinturini assicurano un comfort extra. Più morbida è l’imbottitura, più il casco sarà comodo da indossare.

4. Design

Oltre a costruzioni e tecnologie ben congegnate per soddisfare i più elevati standard di sicurezza, i produttori di caschi da equitazione attribuiscono grande importanza anche al design.

Sul mercato si trova un’ampia varietà di forme e design di caschi da equitazione, dallo sportivo all’elegante.

È necessario considerare che la forma della testa varia da persona a persona, quindi occorre assolutamente provare modelli diversi, perché anche il modello più bello non ci soddisferebbe se il casco non vestisse correttamente.